Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Dottorato ATTIVITÀ FORMATIVE

Piano di studi

In applicazione del Decreto Ministeriale 8 febbraio 2013, n. 45, i corsi di dottorato prevedono una formazione specialistica che si deve  articolare, come stabilito dalle disposizioni ministeriali, in una varietà di attività formative anche in comune tra più dottorati, di formazione disciplinare e interdisciplinare e di perfezionamento linguistico e informatico, nonché, nel campo della gestione della ricerca e della conoscenza dei sistemi di ricerca europei ed internazionali, della valorizzazione dei risultati della ricerca e della proprietà intellettuale (art. 4, co.1, lett. f ) .

La Giunta della Scuola di dottorato, coerentemente con tale previsione di legge, ha elaborato un'ARCHITETTURA GENERALE DEI PIANI DI STUDIO, che per ciascuna corso prevede:

a) attività dell’Ateneo e della Scuola di Dottorato: seminari, convegni e laboratori proposti  a tutti i dottorandi;

b) insegnamenti e attività interdisciplinari del corso di dottorato, comuni a tutti gli iscritti dei diversi curricula;

c) insegnamenti e attività di curriculum e attività inerenti la specifica tematica di studio e approfondimento del singolo dottorando, con riferimento al S.S.D. prescelto;

d) soggiorni di studio e ricerca all’estero (minimo 3 mesi);

e) partecipazione a convegni/summer e winter school/seminari/conferenze di rilievo nazionale o internazionale in Italia o all'estero;

f) attività EUREKA rivolte ai borsisti del programma Regionale e stage possibili per tutti gli iscritti di qualsiasi corso.

Coerentemente con l'architettura generale i dottorandi sono chiamati, nel triennio di corso, a sviluppare insieme al docente tutor di riferimento, il piano individuale di formazione. A tal fine, si consiglia di utilizzare il Registro delle attività e di compilare il Foglio presenze attività EUREKA (per i soli borsisti Eureka), annotando di volta in volta le attività frequentate e/o svolte.

Ai fini della valutazione annuale, al termine di ciascun anno, i dottorandi devono quindi redigere una scheda riepilogativa delle attività frequentate, disponibile nella sezione Modulistica dottorandi, che costituirà la base per l'assegnazione dei CFU da parte del Collegio dei docenti.