Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Dottorato Dottorandi Conseguimento del titolo

Conseguimento del titolo

Alla conclusione del ciclo di dottorato, il titolo di Dottore di ricerca si consegue a seguito della discussione pubblica di una tesi dottorale che presenti contenuti scientifici originali e risultati di ricerca rilevanti. La tesi può essere redatta in lingua straniera previa autorizzazione del Collegio dei docenti.

 


DEPOSITO DELLA TESI

Successivamente alla positiva valutazione del 3° anno, da parte del Collegio docenti, i candidati sono tenuti a depositare i seguenti documenti:

  1. Domanda di ammissione all'esame finale;
  2. la copia del pagamento della tassa prevista per il conseguimento del titolo (€ 85), il cui  MAV è reperibile nel sito https://studenti.unimc.it;
  3. Declaratoria relativa alla tesi di dottorato e al deposito nell'archivio open access di Ateneo IRIS U-Pad: tale deposito consente la contemporanea trasmissione alle Biblioteche Nazionali di Roma e Firenze.(Linee guida CRUI - DEPOSITO OPEN ACCESS)
  4. n. 1 CD-ROM, il cui frontespizio deve riportare nome del dottorando e titolo della tesi, contenente tre file, il cui peso complessivo non deve superare i 23 MB:
      • la tesi (un unico file .pdf)
      • gli abstract della tesi, in lingua Italiana e in lingua Inglese, ciascuno di max 8000 caratteri spazi inclusi (file .doc o .txt).
      • una relazione sulle attività svolte nel triennio e sulle eventuali pubblicazioni (file  .pdf)

 

 


PROCEDURA DI AMMISSIONE ALL'ESAME FINALE

 

Il procedimento per il conseguimento del titolo Ph.D è suddiviso in due fasi di valutazione:

-         la prima in capo a docenti esterni, denominati referee, in numero di due per ciascuna tesi dottorale, designati dal Collegio dei docenti, chiamati a valutare preliminarmente l’elaborato scientifico con giudizio di ammissibilità o non ammissibilità alla discussione pubblica; nel caso di giudizio negativo, l’elaborato è rinviato alla revisione scientifica per un periodo massimo di sei mesi, quindi viene  nuovamente sottoposto alla valutazione dei medesimi referee;

-        la seconda fase è in capo alla Commissione d’esame innanzi alla quale si svolge la dissertazione pubblica.

Gli esami hanno luogo nella sessione ordinaria per i dottorandi ammessi immediatamente alla discussione pubblica della tesi. Nel caso di giudizi di rinvio da parte dei referee, la medesima Commissione è riconvocata nella sessione straordinaria e completerà l’incarico entro tre mesi dal ricevimento del nuovo giudizio espresso dai referee.

L’Ufficio Scuola di Dottorato trasmette ai componenti la Commissione d’esame il Decreto rettorale di nomina, unitamente ai materiali relativi ai candidati: la tesi in formato .pdf e i giudizi dei referee.


CONVOCAZIONE PER L'ESAME FINALE

Concluse le procedure di valutazione della tesi,  con apposita comunicazione, l'Ufficio convoca i dottorandi per l’espletamento della prova finale, almeno 15 giorni prima della data di esame.



COMMISSIONI ESAME FINALE

Le commissioni giudicatrici degli esami finali di dottorato sono nominate con decreto del Rettore su proposta del Collegio docenti del corso di dottorato, designati per competenza disciplinare, ai sensi dell’art. 24 del Regolamento di Ateneo in materia di dottorato.

La Commissione così designata è chiamata a svolgere il ruolo istituzionale come previsto dal DM 45/2013.


COMMISSIONI ESAME FINALE - SESSIONE 2019


STUDI LINGUISTICI, FILOLOGICI, LETTERARI

Lingue e letterature antiche e moderne - sez. Lingue antiche e Eureka

Linguistica, filologia, interpretazione dei testi

 

HUMAN SCIENCES

Filosofia, storia della filosofia e scienze umane

Psychology, communication and social sciences e Eureka

 

SCIENZE GIURIDICHE

Diritto privato e processo e Istituzioni e territorio e Eureka

Diritto privato e processo - Co-tutela con Université Panthéon-Assas Paris II

Giustizia e diritti delle persone

Storia del diritto e Logica del diritto sociale

 

METODI QUANTITATIVI PER LA POLITICA ECONOMICA