Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Dottorato Dottorandi Sospensione

Sospensione

La sospensione dalla frequenza del corso di dottorato può essere richiesta dal dottorando al Coordinatore del corso per un periodo massimo di un anno, nei casi di:

a) maternità, paternità, adozione e affidamento, in conformità alla normativa vigente;

b) grave e documentata malattia con degenza superiore a trenta giorni;

c) servizio civile;

d) frequenza dei corsi per Tirocinio Formativo Attivo;

e) particolari e giustificati motivi personali o familiari valutati dal Collegio dei docenti.

Al termine del periodo di sospensione il dottorando deve riprendere la frequenza del corso ed è tenuto a recuperare il periodo di sospensione. Ogni scadenza amministrativa è differita per una durata pari al periodo di sospensione. Il Comitato scientifico definisce il percorso didattico e di ricerca ai fini della prosecuzione del corso di dottorato fermo restando che in nessun caso la durata del corso può essere abbreviata.

Nei casi di sospensione l’erogazione della borsa di studio è sospesa per un pari periodo e decorre nuovamente dalla ripresa della frequenza del corso.

Durante il periodo che intercorre tra la conclusione del ciclo di dottorato e la discussione della tesi, la sospensione può essere accordata solo nei casi di maternità o grave malattia.