Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home News Premio "l'Umanesimo che innova"

Premio "l'Umanesimo che innova"

logo_LUCI

logo_LUCI

L’Università degli studi di Macerata, particolarmente sensibile all’integrazione degli studi umanistici e scientifici nell’era del 2.0, all'interno del Progetto sul distretto culturale evoluto "PlayMarche: un distretto regionale dei beni culturali 2.0" finanziato dalla Regione Marche e in collaborazione con il Laboratorio Umanistico per la Creatività e l’Innovazione LUCI dell’Università di Macerata, bandisce il PREMIO “L’UMANESIMO CHE INNOVA” - II EDIZIONE 2015/2016

Il Premio “l’Umanesimo che innova” ha la finalità di stimolare negli studenti una propensione al pensiero interdisciplinare, creativo e innovativo, riscoprendo i valori degli studi umanistici ed integrandoli attivamente nell’era contemporanea digitale e tecnologica.

Il Premio è rivolto agli studenti che nell’anno scolastico 2015-2016 frequentano gli Istituti di scuola secondaria superiore, gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) e i corsi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS) che abbiano:

  • sede nella Regione Marche
  • oppure con sede in altra regione italiana purché l’Istituto abbia svolto attività in collaborazione con l’Università di Macerata ovvero sottoscritto con essa una specifica convenzione.

Il concorso chiede agli studenti di realizzare uno strumento educativo attrattivo – App mobile, gioco interattivo, o altre piattaforme – dedicato alla generazione dei giovanissimi (over 6). A questi utenti, al momento dell’ingresso a scuola, si intende offrire una modalità di apprendimento molto diversa dal mondo digitale in cui sono immersi, e che li aiuti nello studio e nell’apprendimento delle materie umanistiche.

I progetti presentati dovranno riguardare lo sviluppo di applicazioni mobile, giochi virtuali o altri strumenti di apprendimento digitale incentrati sulla seguente tematica:

“Nutrire il pianeta, energia per la vita”, tema centrale di Expo 2015, legato al cibo e agli stili di vita.

I candidati dovranno proporre applicazioni mobile, giochi virtuali o altri strumenti di apprendimento digitali riguardanti la presentazione e la promozione di prodotti alimentari tipici dei nostri territori, allo scopo di farli conoscere e valorizzarli in chiave culturale e commerciale, mostrando il rapporto tra “locale” e “globale”, con particolare riferimento all’educazione alimentare delle giovani generazioni.

Per maggiori informazioni clicca qui

Navigation Extended